“Hai visto che luna?”

Mondi sospesi tra natura e leggenda sottratti al tempo da un contadino “ladro di storie”

 *
Un libro “terapeutico” per tutti, di facile lettura, che riempie l’anima di emozioni, pieno di amore per la vita!
Un libro da regalarsi e da regalare!
 *

L’autore, Pec, è un contadino semplice, eclettico e arguto, un paladino dell’ambiente e della natura, un personaggio vivo che merita conoscere.

Con toccanti racconti e numerose fotografie, documenta un mondo che non c’è più e invita ad un mondo che possiamo ancora avere.
I suoi libri sono medicine per l’anima, da assumere a piccoli sorsi, con il tè del mattino o con la tisana serale.
In essi trovi storie di personaggi curiosi, storie di alberi e di boschi, storie di uccelli, di tassi e di libellule, storie di fatiche nei campi, commoventi storie di famiglia…
Il contesto: S. Damiano di Carisio, un borgo antico semispopolato tra le risaie ai bordi di un fiume protetti da fitte boscaglie.
Un libro che piace a chi abita dalle sue parti e vi si riconosce e a chi viene da lontano perché scopre un mondo incantato.

Proprio il libro che stai cercando!

pagg. 268 con illustrazioni, formato 21 x 14, copertina con alette, euro 15,00, spedizione gratuita

Transazione sicura con Paypal, carta di credito o ricarica Postepay

Il volume è disponibile anche presso la Pro Loco di S. Damiano e  l’editore Mastervision a Santhià, C.so N. Italia 54

Il seguito di “Dove il tempo si è fermato” che, in 22 presentazioni locali, ha venduto una valanga di copie…

… perchè l’autore (Pec per gli amici) racconta storie, ma la prima vera storia è lui, il cincibut (lo scricciolo) curioso e innamorato della vita che mette il becco dappertutto. La sua vita quotidiana si svolge nei campi, a bordo di un trattore o con qualche attrezzo tra le mani. Ma poi scopri che scrive di cronaca per un giornale locale. E lo fa non nel solito modo asettico degli improvvisati cronisti di provincia: lui, in mezzo alle espressioni di prammatica fa scivolare di soppiatto frammenti del suo cuore. E poi scopri che, mentre graffia la terra con l’erpice, si ferma ogni tanto a raccogliere dei cocci che affiorano e che si rivelano importanti reperti dell’epoca romana, e li mette in disparte a disposizione della Sovrintendenza. E intanto studia, impara il lessico dell’archeologia.

 

Il mondo del PEC

Il mondo di Pec è  la cura degli alberi e dei campi, l’attenzione per gli animali, tutti gli animali, domestici e selvatici. I cani ovviamente, ma anche svariate specie di uccelli, e rane, serpi, libellule, lucciole, grilli, pesci. E poi ci sono le erbe, le erbacce e il riso. Ci sono le pagliezze d’oro dell’Elvo e gli antichi strumenti di lavoro,  ci sono in particolare i reperti archeologici che estrae dal suo “campo delle meraviglie”…  Tutto questo evoca storie e ricordi e, al centro di tutto, ci sono i protagonisti di quelle storie e di quei ricordi: le persone.

Un mondo che nella sua mente si amplifica, vibra, entra in amorosa risonanza con le anime gioconde o affaticate che nei decenni hanno popolato la terra del Borgo Antico di San Damiano di Carisio. Allora questo mondo si modella in uno spazio della sua fantasia posto a mezz’aria tra una quotidianità prosaica e una limpida poesia. Ed ecco che il mondo di Pec si fa parola, una parola non di rado dialettale e per questo molto espressiva. Attraverso la parola, usata in modo spontaneo e talvolta spregiudicato, Pec piega la realtà secondo gli stati d’animo più diversi, passando dalla commozione alla lirica, dal burlesco al fantastico, dal gioviale all’asettico dell’appassionato di storia e archeologia. E vi aggiunge le sue istantanee semplici, ma efficaci, che illustrano solo parzialmente la corteccia di quel mondo.  Un pot pourri che Pec, come un giullare, offre quotidianamente ai suoi affezionati che lo seguono divertiti e, al tempo stesso, inclini alla riflessione perché i brani di Pec fanno sorridere e pensare insieme.

Spedizione gratuita. Transazione sicura con Paypal, carta di credito o ricarica Postepay

Se vuoi sapere cosa hanno detto di lui, leggi questi semplici giudizi

I tuoi racconti sono spremute d’amore e di poesia e noi lettori ne beviamo il succo inebriante. Le pagine racchiudono tutto l’amore per la tua terra! (Elda G.).

Quando il lavoro è poesia, fa star bene. Tu, nonostante il lavoro ti pressi, trovi il tempo e la voglia di fotografare, notare e annotare il tuo meraviglioso mondo di campagna e lo trasmetti diretto ai nostri cuori (Mario D.)

Ti sei meritato il successo che arriva come un fiume in piena. Non stupirti… ti meriti tutto. Sei felice tu e rendi felice anche noi che attraversiamo la notte col desiderio sempre vivo di leggerti… Che bello cominciare la giornata con te… c’è il sole sempre, anche quando piove (Loretta M.)

… attraverso le tue storie scopro le tradizioni, il vissuto, i lavori e anche i modi di dire di una terra che sento mia essendo nato qui ma di cui non conosco il passato e il vissuto perché sono di origini molisane e ho sempre sentito storie e racconti di quei posti. A volte, quando spieghi i modi di dire o l’origine di alcune parole, sembra quasi che nella mia testa si costruiscano ponti tra ciò che ho vissuto in queste terre e che non avevo mai compreso a fondo. (Alex S.).

Allora, cosa aspetti?

Spedizione gratuita. Transazione sicura con Paypal, carta di credito o ricarica Postepay

Ma. se proprio vuoi saperne di più, naviga nel sito…

… e, probabilmente, se ancora non ce l’hai, acquisterai anche “Dove il tempo si è fermato”, il primo libro del Pec.

I volumi sono disponibili anche presso la Pro Loco di S. Damiano e presso l’editore Mastervision a Santhià, C.so N. Italia 54

Un uomo, un mondo, un libro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *