Sei un giovane giornalista o aspirante tale e vuoi cimentarti in questo genere letterario? Mandaci la tua proposta. Solidago non pretende pagamenti per pubblicare testi ritenuti idonei.

Addentrarsi nei meandri di un fenomeno sociale, di un contesto territoriale,  di aspetti culturali poco noti e di molto altro è tanto affascinante quanto poco consueto. Il reportage fotografico e giornalistico è lo strumento per eccellenza capace di portarci in mezzo a situazioni poco note perché lontane geograficamente o lontane psicologicamente. Ciononostante, non sempre la nuda e cruda adesione ai fatti è capace di attrarre il lettore comune. Viene in soccorso il giornalismo narrativo, un genere che ha radici lontane, alla fine dell’Ottocento, di cui Pulitzer fu il precursore. Una strada da allora percorsa anche da insigni giornalisti italiani quali Tiziano Terzani, Oriana Fallaci, per arrivare a Saviano. Una strada che ha assunto nomi diversi, quali “giornalismo delle storie”, “new journalism”, “non fiction reportage”, long-form journalism”, come lo ha definito in un suo articolo nella rivista M@gm@ Rossella Jannello, giornalista de La Sicilia, che lo considera l’ultima scommessa del giornalismo. In sostanza, si tratta di dare spazio alle emozioni  dal momento che “C’è bisogno di riportare il cuore nella vita” stando alle parole di Tiziano Terzani.

E’ anche un’opportunità questo genere di narrativa legata a situazioni reali per i giovani che intendono cimentarsi in un genere che probabilmente resterà di nicchia, ma che può svolgere un significativo servizio nei confronti di un pubblico di lettori poco incline alla saggistica, ma ugualmente bisognoso di essere sensibilizzato a temi scottanti per condurli sul cammino di una coscienza civile che ai tempi attuali stenta a farsi largo.

Solidago è aperta a proposte di questo tipo nell’obiettivo di intraprendere la strada del reportage narrativo da pubblicare sia sotto forma di testi brevi che di interi volumi.

 

Il reportage narrativo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *